di Barbara Righini
online dal 2005

Fare sapone- metodo a caldo

dove piccoli grandi cosmetici fai da te prendono forma!

Moderatori: Letizia, Vera, Van3ssa, Serese, plesea, Tomatina

Fare sapone- metodo a caldo

Messaggioda auri » giovedì 27 novembre, 2008 17:01

Ciao a tutti,

Allora fino ad adesso si è parlato del sapone prodotto col metodo a freddo.
Visto che Natale è vicino e che non avrò il tempo necessario per una stagionatura adeguata vorrei provare questa volta col metodo a caldo.

Ho trovato la procedura per farlo ma ho un problema con le pentole. Mi spiego. Devo riuscire a far tenere una pentola con coperchio all'interno di un'altra chiusa anche essa con un coperchio. Non ci riesco con le pentole che ho a casa!!!!
La mia domanda è : si può fare lo stesso lasciando cuocere il sapone a bagnomaria, in una pentola coperta ma senza che il pentolone che la contiene sia chiuso? :roll: Ovviamente tenendo d'occhio la cottura per evitare di fare evaporare l'acqua....
Qualcuno ha già provato???
auri
 
Messaggi: 242
Iscritto il: lunedì 03 dicembre, 2007 20:22

Re: Fare sapone- metodo a caldo

Messaggioda elsatar » venerdì 28 novembre, 2008 10:13

auri ha scritto:Ciao a tutti,

Allora fino ad adesso si è parlato del sapone prodotto col metodo a freddo.
Visto che Natale è vicino e che non avrò il tempo necessario per una stagionatura adeguata vorrei provare questa volta col metodo a caldo.

Ho trovato la procedura per farlo ma ho un problema con le pentole. Mi spiego. Devo riuscire a far tenere una pentola con coperchio all'interno di un'altra chiusa anche essa con un coperchio. Non ci riesco con le pentole che ho a casa!!!!
La mia domanda è : si può fare lo stesso lasciando cuocere il sapone a bagnomaria, in una pentola coperta ma senza che il pentolone che la contiene sia chiuso? :roll: Ovviamente tenendo d'occhio la cottura per evitare di fare evaporare l'acqua....
Qualcuno ha già provato???


Puoi anche non farlo a bagnomaria, io lo faccio direttamente sul fornello molto molto molto basso.

Ciao Elsatar
elsatar
 
Messaggi: 1751
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 13:51

Messaggioda auri » venerdì 28 novembre, 2008 14:33

Grazie della tua risposta Elsatar!!!! Quindi tu non usi nemmeno il bagnomaria? Interessante..... :) Vorrà dire che se non ricreo l'effetto "caldaia" come era spiegato, non succede niente e la cottura avviene lo stesso senza danni.
Posso approfittare della tua gentilezza?????? :oops:

Ho letto che in teoria il sapone fatto con questo metodo è subito pronto (insomma dopo qualche giorno) ma che un pò di stagionatura non guasta mai. Approssimativamente dopo quanto tempo lo usi il tuo? Ci possono essere delle variazioni a seconda dei tipi di grassi usati?
Per adesso i miei sperimenti col sapone a freddo sono andati tutti bene (vabbè ho seguito delle ricette e non è che ho rischiato molto :P ) ma non vorrei avere cattive sorprese con questo metodo!

Se hai dei consigli particolari in base alla tua esperienza, su cose che secondo te sono facili da sbagliare o che devono essere assolutamente evitate per es, sono tutta orecchie!!!!! ;-)

Questo vale anche per le altre esperte :P
Intanto grazie. Oggi pomeriggio mi metto al lavoro e vedremo!!!!
auri
 
Messaggi: 242
Iscritto il: lunedì 03 dicembre, 2007 20:22

Messaggioda elsatar » venerdì 28 novembre, 2008 15:19

auri ha scritto:Ho letto che in teoria il sapone fatto con questo metodo è subito pronto (insomma dopo qualche giorno) ma che un pò di stagionatura non guasta mai. Approssimativamente dopo quanto tempo lo usi il tuo?
Ci possono essere delle variazioni a seconda dei tipi di grassi usati?


Anche subito, ad esempio quello che stò usando adesso l'ho fatto la settimana scorsa. Per essere sicura magari controlla che il ph non sia troppo alto. Sì la stagionatura non guasta mai.
Immagino che differenze ci siano, ma io faccio solo saponi con olio di oliva, al massimo con un po' di vinaccioli


auri ha scritto:Se hai dei consigli particolari in base alla tua esperienza, su cose che secondo te sono facili da sbagliare o che devono essere assolutamente evitate per es, sono tutta orecchie!!!!! ;-)

Questo vale anche per le altre esperte :P
Intanto grazie. Oggi pomeriggio mi metto al lavoro e vedremo!!!!


Aspettando quelle veramente esperte, ti dico quello che mi viene in mente:
- il fuoco non è mai abbastanza basso. Il sapone dovrebbe sobbollire ogni tanto appena, ma è difficile mettere il fuoco così basso soprattutto se ne fai poco. Forse è per questo che si usa il metodo a bagnomaria, ma è troppo elaborato per i miei gusti, e non mi sono mai preoccupata molto se sobbolliva un po' troppo.

- rischio di cuocerlo troppo. Siccome devi decidere tu quando toglierlo dal fuoco il rischio è quello di cuocerlo troppo; a me una volta a forza di dire "Un'altro minutino" è entrato in fase gel nella pentola :roll:

- Se mescoli si fa prima, però devi stare attenta quando metti il cucchiaio nella pentola perchè puoi avere un effetto vulcano.

Comunque non ho mai buttato niente e secondo me il sapone "fritto" :mrgreen: è stato uno dei migliori che ho fatto (se vai nel topic dei disastri troverai le mie testimonianze).

Caio Elsatar
elsatar
 
Messaggi: 1751
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 13:51

Messaggioda auri » venerdì 28 novembre, 2008 15:44

elsatar ha scritto:- rischio di cuocerlo troppo. Siccome devi decidere tu quando toglierlo dal fuoco il rischio è quello di cuocerlo troppo; a me una volta a forza di dire "Un'altro minutino" è entrato in fase gel nella pentola :roll:


Ma per curiosità, quanto tempo lo fai cuocere? Perchè mi era sembrato di capire che è normale che la fase gel avvenga durante la cottura..... :roll:

Ho letto che per lotti di circa 1kg, la cottura varia tra 1 e 2 ore e che mescolando attivi il processo di saponificazione accorciando un pò questi tempi.

Scusa se ti stresso e grazie ancora!!!!!!
A
auri
 
Messaggi: 242
Iscritto il: lunedì 03 dicembre, 2007 20:22

Messaggioda Luciap » venerdì 28 novembre, 2008 17:00

guarda che qualcuna lo mette in forno direttamente nello stampo, io non l'ho mai fatto, ma mi sa che qui qualche spiegazione la trovi
Avatar utente
Luciap
 
Messaggi: 36
Iscritto il: lunedì 05 maggio, 2008 14:33

Messaggioda auri » venerdì 28 novembre, 2008 18:32

Luciap ha scritto:guarda che qualcuna lo mette in forno direttamente nello stampo, io non l'ho mai fatto, ma mi sa che qui qualche spiegazione la trovi


Sul sito ilmiosapone ho trovato anche con la tecnica al forno. Purtroppo per me non è possibile perchè da quanto descritto (e da quello che ho capito) è abbastanza importante quanto calore tiene il forno una volta spento. Il mio si raffredda subito. Ma proverò a fare altre ricerche più approfondite...
Grazie.
A
auri
 
Messaggi: 242
Iscritto il: lunedì 03 dicembre, 2007 20:22

Messaggioda elsatar » sabato 29 novembre, 2008 12:16

auri ha scritto:Ma per curiosità, quanto tempo lo fai cuocere? Perchè mi era sembrato di capire che è normale che la fase gel avvenga durante la cottura..... :roll:

Ho letto che per lotti di circa 1kg, la cottura varia tra 1 e 2 ore e che mescolando attivi il processo di saponificazione accorciando un pò questi tempi.

Scusa se ti stresso e grazie ancora!!!!!!
A


Sì come ti dicevo se giri si velocizza, io lo cuocio per meno di un'ora, perchè perchè giro. Per la fase gel, non ho mai sentito dire che sia normale, può succedere ma non credo sia auspicabile, ma può darsi che mi sbagli.

Ma allora l'hai fatto? :)
Ciao Elsatar
elsatar
 
Messaggi: 1751
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 13:51

Messaggioda auri » sabato 29 novembre, 2008 20:33

elsatar ha scritto:Ma allora l'hai fatto? :)


Si l'ho fatto!!!!! :)

Sono molto contenta per il momento. La cottura è andata bene. Ho fatto un semplice bagnomaria a fuoco basso basso. Mi è piaciuto vedere la trasformazione della pasta. L'ho fatta cuocere circa 1ora 1/4. Temevo tanto poi metterla negli stampi ma alla fine non ho avuto troppe difficoltà. Oggi l'ho tagliato. Mi sono accorta di micro bolle di aria rimaste imprigionate (anche se avevo sbattuto bene gli stampi) ma tutto sommato poteva essere peggio!
L'unico dubbio che mi viene è la consistenza. Mi sembra un pò "molliccio". Adesso l'ho messo a stagionare un pò. Vediamo se col tempo si secca di più. Forse dipende anche dalla ricetta...
Insomma come primo sperimento a caldo sono soddisfatta! Non sarà perfetto ma non credo sia da buttare :P
Grazie del tuo aiuto.
A
auri
 
Messaggi: 242
Iscritto il: lunedì 03 dicembre, 2007 20:22

Messaggioda Lorenzo » domenica 30 novembre, 2008 02:45

vogliamo le foto *__*
Avatar utente
Lorenzo
 
Messaggi: 419
Iscritto il: lunedì 15 settembre, 2008 14:49

Messaggioda auri » domenica 30 novembre, 2008 15:29

Lorenzo ha scritto:vogliamo le foto *__*


ok :)
Le faccio domani!
auri
 
Messaggi: 242
Iscritto il: lunedì 03 dicembre, 2007 20:22

Messaggioda elsatar » lunedì 01 dicembre, 2008 11:38

Brava Auri :)

ciao Elsatar
elsatar
 
Messaggi: 1751
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 13:51

Messaggioda auri » mercoledì 03 dicembre, 2008 19:22

Immagine Immagine

Ecco le foto. Le posto qui spero che vada bene.
Come potete vedere presenta un pò di bollicine....Dopo qualche giorno mi sembra un pochino più duro.
auri
 
Messaggi: 242
Iscritto il: lunedì 03 dicembre, 2007 20:22

Messaggioda elsatar » giovedì 04 dicembre, 2008 10:17

Beh vanno benissimo :) .
Sì col metodo a caldo la pasta è più duretta ed è più facile che vengano bollicine, credo che la cosa migliore sia versare il sapone e poi non livellare col cucchiaio ma sbattendo lo stampo (sollevi e lasci che cada, però devi stare attenta perchè schizza), io in questo modo non ho mai avuto bolle.

Ciao Elsatar
elsatar
 
Messaggi: 1751
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 13:51

Messaggioda auri » venerdì 05 dicembre, 2008 00:25

elsatar ha scritto:Beh vanno benissimo :) .
Sì col metodo a caldo la pasta è più duretta ed è più facile che vengano bollicine, credo che la cosa migliore sia versare il sapone e poi non livellare col cucchiaio ma sbattendo lo stampo (sollevi e lasci che cada, però devi stare attenta perchè schizza), io in questo modo non ho mai avuto bolle.

Ciao Elsatar


E' quello che ho fatto ma il problema è che ho usato uno stampo in silicone allora era un pò difficile da sbattere. Allora l'ho messo all'interno di uno stampo rigido e l'ho sbattuto tante volte ma non è bastato! La prossima volta userò direttamente uno stampo rigido. Se non sbaglio, col metodo a caldo si possono usare gli stampi anche in alluminio o antiaderente visto che non c'è più soda libera in giro che rischia di aggredirli, vero?
auri
 
Messaggi: 242
Iscritto il: lunedì 03 dicembre, 2007 20:22

Prossimo

Torna a l'angolo dello SPIGNATTAMENTO

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite