di Barbara Righini
online dal 2005

Fare una crema corpo, ricette

dove piccoli grandi cosmetici fai da te prendono forma!

Moderatori: Letizia, Vera, Van3ssa, Serese, plesea, Tomatina

Fare una crema corpo, ricette

Messaggioda azahar751 » martedì 04 dicembre, 2007 00:27

Ricette da Aromazone, spero mi vengano in aiuto le spignatttrici esperte sia per la traduzione che per i consigli vari.
Vorrei fare:
-una crema corpo per me alla vaniglia-cocco fluida ma non troppo, con un minimo di "sostanze attive"
-una crema corpo per il mio compagno dove mettere l'olio di ribes nero (casomai lo prendo da Barbara) perchè ha problemi di pelle
-una crema corpo anticellulite

Lait sensuel à la vanille (environ 100 ml) 1(p.122)

- Macérât huileux de vanille : 80 ml

- Hydrolat de fleurs d'oranger : 50 ml

- Cire de mimosa : 6 g

- Lécithine de soja : 3 g

- Glycérine végétale : 16 ml

- Extrait aromatique de vanille bio : 30 gouttes

- Extrait de pépins de pamplemousse : 20 gouttes

- Vitamine E naturelle : 7 gouttes

Verser dans un mortier le macérat de vanille ainsi que la cire de mimosa et les faire fondre au bain-marie en mélangeant à l'aide d'un mini-fouet. Retirer la casserole du feu lorsque la cire est fondue. Ajouter progressivement l'hydrolat de fleurs d'oranger par petits filets en dessinant des 8 avec le pilon sur le fond du mortier afin de créer l'émulsion. Ajouter la lécithine de soja pour apporter de la consistance. Emulsionner jusqu'à ce que la préparation refroidisse. Ajouter ensuite la glycérine végétale, l'extrait de vanille, la vitamine E et l'extrait de pépins de pamplemousse. Emulsionner encore en dessinant des 8 avec le pilon, puis verser la crème dans le flacon.

Lait pour le corps verveine - mangue (Aroma-Zone) :

pour 100 ml de lait :

Beurre de mangue : 10 g (environ 10 ml)

Cire d'abeille : 1 g

HV Macadamia : 30 g (environ 30 ml)

Hydrolat de verveine : 50 g (ou 50 ml)

Gel d'aloe vera : 5 g (ou 5 ml)

Extrait aromatique mangue : 1 ml

Extrait de pépins de pamplemousse : 20 gouttes

Vitamine E : 7 gouttes

Faire chauffer l'huile avec le beurre et la cire. Dans un autre récipient, faire chauffer l'hydrolat avec le gel d'aloe vera. Lorsque toute la phase huileuse est fondue, retirer les deux récipients du feu et verser la phase aqueuse dans la phase huileuse en remuant bien jusqu'à formation de l'émulsion. Laisser tiédir. Ajouter l'extrait de pépins de pamplemousse, la vitamine E et l'arôme. Laisser refroidir.


Lotion à la camomille et au miel
(Melinda Coss)3(p.74):

Apaisante et hydratante

28 g de cire d'abeille jaune

28 g de beurre de karité

28 g de beurre de cacao (ou de beurre de mangue)

28 g d'huile d'amande douce

1 cuillérée à café de miel

1/2 cuillérée à café d'huile de vitamine E

2 gouttes d'huile essentielle de Camomille de romaine

Mélangez la cire d'abeille, le beurre de karité, le beurre de cacao (ou de mangue) et l'huile d'amande douce dans un bain-marie et faites fondre à feu doux.

Ajoutez le cacao et remuez

Ajoutez le miel et l'huile de vitamine E. Terminez par l'huile essentielle.

Versez dans les récipients choisis et laissez durcir au réfrigérateur.

Lait velours au beurre de mangue

CONTENANCE DU POT RECEVANT LE SOIN : flacon pompe de 200 ou 250 ml

INGREDIENTS :
• 60 ml d’huile végétale d’argan
• 70 ml d’huile végétale de coco
• 90 ml d’eau florale de fleur d’oranger
• 10 g de beurre de mangue
• 10 g d’acide stéarique
• 100 gouttes de squalane végétal
• 50 gouttes d’extrait aromatique de mangue bio
• 10 gouttes d’huile essentielle de citron vert
Pour la conservation :
• 14 gouttes de vitamine E
• 40 gouttes d’extrait de pépins de pamplemousse

1. dans un bol mettre les 2 huiles végétales, le beurre de mangue, les gouttes de squalane et l’acide stéarique puis faire chauffer au bain-marie

2. réserver l’eau florale

3. une fois le mélange fondu attendre qu’il se refroidisse un peu

4. ajouter ensuite l’eau florale par petits filets en réalisant le mouvement du 8 au fond du bol

5. terminer par l’ajout de la vitamine E, de l’extrait de pépins de pamplemousse, de l’extrait de mangue et l’huile essentielle de citron vert.


Crème bienfaisante (D. Maria)1(p.113):

Beurre de cacao : 28 g (environ 28 ml)

HV Olive : 16 g (environ 16 ml)

Cire émulsifiante : 8 g

Beurre de mangue : 4 g (environ 4 ml)

Beurre de karité : 2 g (environ 2 ml)

HV Amande douce : 2 g (environ 2 ml)

HV Germe de blé : 2 g (environ 2 ml)

Acide stéarique : 2 g

Hydrolat de fleur d'oranger : 84 g (environ 80 ml)

Gomme xanthane : 1/2 cuillère à café

Borax : 1/2 cuillère à café

Faire chauffer les huiles avec les beurres, la cire et l'acide stéarique. Dans un autre récipient, faire chauffer l'hydrolat avec le borax. Lorsque toute la phase huileuse est fondue, retirer les deux récipients du feu et ajouter la gomme xanthane à l'hydrolat en remuant bien jusqu'à obtenir un gel. Puis, verser le gel dans la phase huileuse en remuant bien jusqu'à formation de l'émulsion. Laisser refroidir.

Baume pour le corps à la nigelle (J. Fairley)3(p.108):

Hydrolat de rose : 50 ml

Borax en poudre : 1/8 de cuillère à café

Graines de nigelle écrasées : 10g

Cire d'abeille : 1 cuillère à soupe

HV Amande douce : 50 ml

HV Pépins de raisin : 50 ml

Extrait de pépins de pamplemousse : 1 goutte

1 capsule de vitamine E

Faire chauffer l'hydrolat de rose dans une casserole et ajouter le borax. Dès que le liquide arrive à ébullition, éteindre le feu, mettre les graines de nigelle dans la casserole et laisser infuser pendant 30 minutes à 1 heure jusqu'à ce que la préparation ait refroidi. Faire fondre la cire d'abeille dans les huiles au bain-marie. Filtrer le liquide à base d'hydrolat de rose et le réchauffer jusqu'à ce qu'il soit à peu près à la même température que le mélange d'huiles et de cire. Verser le mélange d'huiles et de cire dans un bol, puis ajouter très progressivement la préparation à base d'hydrolat de rose. Mélanger à l'aide d'un batteur électrique jusqu'à obtention d'une lotion lisse et épaisse. Percer la capsule de vitamine E et la vider dans la lotion. Rajouter l'extrait de pépins de pamplemousse. Verser le tout dans un bocal avec un bouchon qui se visse. A utiliser pour masser soigneusement les zones de peau très sèches.

Huile anticellulite au lierre (J. Fairley)3(p.115):

15 grandes feuilles de lierre fraîches

HV Pépins de raisin : 125 ml

HV Germe de blé : 1 cuillère à café

HE Genévrier : 15 gouttes

HE Fenouil : 5 gouttes

HE Romarin : 5 gouttes

Ecraser les feuilles de lierre à l'aide d'un mortier et d'un pilon, puis les mettre dans un bocal et les arroser avec l'huile de pépins de raisin. Ajouter les autres huiles (procéder goutte à goutte pour les huiles essentielles). Laisser reposer pendant 1 semaine, puis filtrer pour retirer les feuilles de lierre. Appliquer l'huile en massage sur les zones à problèmes.
Francesca
Avatar utente
azahar751
BioUntrice
 
Messaggi: 5624
Iscritto il: mercoledì 26 settembre, 2007 10:43
Località: Trento

Messaggioda azahar751 » martedì 04 dicembre, 2007 00:28

Dimenticavo: quelle ricette vanno bene così? Si possono arricchire o modificare?
Francesca
Avatar utente
azahar751
BioUntrice
 
Messaggi: 5624
Iscritto il: mercoledì 26 settembre, 2007 10:43
Località: Trento

Messaggioda apollonia » martedì 04 dicembre, 2007 03:14

Su Aroma Zone ci sono ottimi prodotti, sono veloci, precisi, tutto ok, ma le ricette delle creme, salvo rarissime eccezioni.... lasciamole perdere. Se per creme intendiamo quella cosa sofffice, unta il giusto, con qualche attivo. Qui, si chiamino latte, lozione, crema, sono più delle cold cream, con percentuale d'oli da paura. Avvertenza: evitare sempre l'estratto di semi di pompelmo come conservante (extrait de pepin de pamplemousse) è bocciatissimo da tutti gli spignattatori eco-bio.
Evitare sempre l'uso di borace (poudre de borax) nelle creme. Fa parte di un metodo ormai superato per la produzione di "creme". In pratica provoca una trasformazione dei grassi tramite saponificazione (e il "sapone", basico, non è il caso di tenerselo addosso per ore). L'acido stearico (acide stearique) lasciamolo alle candele e ai saponi.
Gli attivi, nelle ricette qui sopra, praticamente non ci sono:ci sono un insieme di oli (anche molto buoni, ma decisamente preponderanti), a volte c'è poco idrolato, e oli essenziali, che sono validi ma non suppliscono certo gli attivi propriamente detti (jaluronico, allantoina, proeine, giusto per dire i più usati).
Visto che Aroma ha ampliato la scelta di attivi, emulsionanti e altro speriamo di vedere ricette migliori. Anche se quella abbinata all'alcool cetilico non fa ben sperare (attivi si, ma troppissimi oli, e gli onnipresenti semi di pompelmo).
Se cerchi in spignattamento trovi ottimi consigli di Lilli sulle ricette per farsi una crema, % di grassi compresi.
E su http://www.saicosatispalmi.org/ ci sono bellissime ricette di Lola e altre. Molto meglio di quelle di Aroma. (c'è anche lo sticky qui sopra)
apollonia
 

Messaggioda mara » martedì 04 dicembre, 2007 15:18

magari se qualcuna volonterosa iniziasse a tradurre ;)
mara
 
Messaggi: 628
Iscritto il: domenica 23 settembre, 2007 11:58
Località: san benedetto del tronto (AP)

Messaggioda apollonia » martedì 04 dicembre, 2007 15:51

Per tradurre non c'è problema. Per i motivi di cui sopra (semi di pompelmo, borace ecc. non sono assolutamente eco-bio) non penso ne valga esattamente la pena ;) :
Ripeto ci sono fior di ricette sull'altro sito, qui, che rispecchiano molto meglio gli obiettivi di questo forum. Almeno a mio parere. :P
apollonia
 

Messaggioda Patrizia » martedì 04 dicembre, 2007 16:33

Allora sull'.org c'è una ricetta di Lola per una crema corpo piuttosto semplice con spiegazioni passo passo... ;)

EDIT: non avevo visto che ci avevi aperto un topic xD
Don't Stop Me Now!

Il mio blog
Avatar utente
Patrizia
 
Messaggi: 1870
Iscritto il: martedì 06 novembre, 2007 21:59
Località: Prov. di Venezia

Messaggioda Tomatina » giovedì 01 maggio, 2008 01:20

giovanna ha scritto:ciao a tutti sono nuova del forum e voglio subito porvi una domanda approfittando della vostra esperienza ;)
Ho letto degli articoli di Lola su come creare una crema, mi sono subito appassionata e sono corsa in farmacia a comprare tutto l'occorrente:
acqua distillata(va bene quella per i ferro da stiro?)
lecitina di soia
alcolo cetilico
gomma xantana
acido lattico
tocoferolo
sodio benzoato e potassio sorbato.
Ho fatto anche delle prove a volte andate bene altre andate male (sto usando una crema per il viso fai da me in cui l'olio si è separato dal resto, mi dispiaceva buttarla via, faccio male?)
Ora vengo al dunque :oops:
quali percentuali devo usare per ogni singolo componente soprascritto?
Le devo calcolare sul totale degli oli più l'acqua?
Mi interessa perchè vorrei fare delle cremine per i miei bimbi che soffrono di dermatite ma non vorrei combinare guai :?
Aspetto una vostra risposta e intanto blocco la mia vena inventiva.
Ciao ciao Giovanna.


Serese ha scritto:Da un'occhiata a questo 3d semmai ;-)


giovanna ha scritto:Grazie vado a dare subito un'occhiata ;)


palmy ha scritto:Io ho trovato questa ricetta per crema su http://www.aroma-zone.com/aroma/accueil_fra.asp:

lanolina vegetale 100 gr (emulsionante)
olio vegetale a scelta 70 gr
acqua di rose o altra acqua floreale 100 gr
olio essenziale a scelta 5 gocce

A bagnomaria sciogliere la lanolina, fuori dal fuoco mixare gli altri ingredienti. A seconda dell'olio e dell'olio essenziale che si sceglie si possono ottenere effetti specifici.
Sullo stesso sito si trovano gli ingredienti e altre ricette bellissime. Io ancora non mi sono avventurata. All'attivo nel settore spignattamento ho solo un balsamo labbra al cioccolato fondente (ricetta sul sito saicosatispalmi) e il deodorante tipo cremino senza profumo (ricetta sul forum di lola, funge benissimo e non irrita, l'ascella è rinata!)


barbara ha scritto:nooooo la lanolina noooooo!


palmy ha scritto:E allora cosa? Comunque è un sostituto vegetale della lanolina, non è tratta dalla pecora.


barbara ha scritto:oh scusa, non ho letto "vegetale"!
Ma non ne ho mai sentito parlare... che nome inci ha? :shock:


palmy ha scritto:Lo stesso sito porta queste alternative:
1) cera emulsionante n. 1 (cetearyl alcohol e poysorbate 60: polawax)
30 gr. 2,89 euri
2) cetearyl wheat straw glycosides (zucchero)+ cetearyl alcohol
30 gr. 3,21
3) sodium steryl lactylate
30 gr. 2,0
4)glyceril stearate
30 gr. 2,0
5) lecithine de soya
30 ml 3,9
6) ester de sucre
30 gr. 2,0

Che ne dite?


palmy ha scritto:Procédé d’obtention : Notre substitut de lanoline est constitué d'un mélange de polyglycérides d'origine exclusivement végétale (huile de tournesol)

Pays d'origine : Europe

Qualité : très haute qualité cosmétique

Caractéristiques organoleptiques : Liquide visqueux, onctueux, jaune ambré, très hygroscopique, miscible aux phases huileuses.

Présentation : Pot verre bleu de 50 ml

Ingredients (composition) : Oleic/Linoleic/Linolenic Triglycerides

Sullo stesso sito anche tutti i tipi di cere naturali, glicerina vegetale e tutto rigorosamente certificato. Scusami, forse va in concorrenza col tuo negozio ed è un po'scortese da parte mia pubblicizzarlo, ma è fantastico e vale la pena visitarlo anche solo per farsi un'idea. A me ha fatto venire la voglia di spignattare perché le materie prime ci sono tutte. Va consultato in francese perché nelle altre lingue l'assortimento non è lo stesso.


barbara ha scritto:il polysorbate non è eco-bio, gli altri a primo sguardo mi pare vadano bene.
Comunque davvero non capisco cosa c'entrino con la lanolina, nè perchè venga definita emulsionante (cioè quelli riportati lo sono, ma la lanolina di per sè non è un emulsionante: è un emolliente, tipo olio...). Boh!


palmy ha scritto:Il problema è che sono piuttosto confusa. Vorrei fare una crema ma guardo ricette di qua e di là e non so scegliere... non potreste riassumere le regole per una crema facile? Tipo la cold cream con aggiunta di emulsionante o altri ingredienti ma senza andare troppo sul chimico-irreperibile :roll:


Lola ha scritto:Le creme non si fanno senza emulsionanti, c'è poco da fare, e non si trovano in vendita al supermercato, a meno che non si scelga di emulsionare con la lecitina di soia.
La lanolina non è un vero emulsionante, ma ha la capacità di inglobare una buona quantità di acqua.


palmy ha scritto:Sì, infatti, io gli emulsionanti su aroma zone li ho trovati: sono quelli che ho postato qui sopra.
Ma il difficile è scegliere e capire bene come destreggiarsi, per cui penso che alla fine mi orienterò su qualcosa di pronto tipo fitocose o lo stesso aroma zone, mi sa che non sono in grado oppure che mi sono persa troppe puntate precedenti... eppure io ho letto e riletto, ma o trovo ricette troppo complicate per me o con troppi ingredienti per cui alla fine forse non vale la pena farsi una crema da soli... :oops:


artemis ha scritto:Ma no, non scoraggiarti così!!! Prova ancora, non mollare!!! Direi che hai iniziato benissimo... prova ad aggiungere più emulsionante se l'olio ti si separa, fallo allla giusta temperatura (intorno ai 40 gradi) e frulla più che puoi... Aggiungi poco alla volta i vari ingredienti, separando inizialmente la parte lipofila (metti insieme olio e cetilico) da quella idrofila (acqua, aloe e lecitina) e poi unisci frullando con lo sbattitore elettrico.
Io cmq l'acqua nella crema non la metto o ne metto poca, metto direttamente il succo di aloe quello puro da bere che è liquido ma a me sembra che tenga meglio l'emulsione


Giorgina19 ha scritto:Ti capisco è il mio stesso problema :oops: ho comprato materie prime per un anno intero su un sito inglese, ero tutta gasata e non vedevo l'ora di fare qualche crema, soprattutto per il corpo che sono la mia passione. Quando però mi sono messa all'opera ho visto che in realtà ci vogliono diversi ingredienti, spesso non reperibili facilmente e anche costosi. Inoltre non ho la più pallida idea delle quantità e percentuali degli ingredienti. Morale: finirò i chili di burri e olii usandoli come idratanti e mi limiterò a spignattare qualcosa di + semplice tipo scrub e tonici. :cry:


Lola ha scritto:Ragazze...

le mie prime creme erano fatte con tre ingredienti, acqua olio e lecitina, e solo dopo sono arrivati gli altri, poco a poco.
Se uno ha una vera passione comincia e si butta, quello che viene viene, chi aspetta sempre l'ingrediente mancante e la spiegazione passo passo non farà mai niente.


Giorgina19 ha scritto::oops: hai ragione Lola, quello che mi trattiene è il fatto di sapere che per fare (bene)certe cose bisogna aver qualche nozione di chimica e in genere conoscere le proprietà delle sostanze e il loro comportamento a contatto con altre sostanze e questo è in effetti difficile da imparare tramite web, soprattutto se (come nel mio caso) in cucina mi destreggio piuttosto maluccio anche a cucinare.. :cry: comunque tenterò, magari verranno fuori delle ciofeche ma non mi scoraggio :) e forse potrebbe essere utile provare a comprare anche qualche libro


Lola ha scritto:Giorgina non c'è uno straccio di libro in commercio che insegni come fare una crema, al massimo unguenti o cold cream.


Giorgina19 ha scritto:davvero? :shock: ma allora tu come 6 diventata così esperta? semplicemente sperimentando?


Lola ha scritto:Esatto. Per quello quando vedo che dopo pagine e pagine di spiegazioni (anche su saicosatispalmi ci sono le ricette, poi Palmy ha ricevuto in privato la mia dispensa per il corso di creme fai da te che tengo nella mia città) c'è gente che si lamenta che non sa, non trova, non capisce, non c'è il tutorial, è difficile, mi girano le scatole... ci si butta e basta, non sarà la fine del mondo. E poi voi avete quello che io non avevo, qualcuno che risponde a tutti i vostri dubbi perchè ci è già passato.


palmy ha scritto:Mi sono decisa a progettare seriamante il mio spignatto, partirò con cose molto basic, poi passerò alla crema... Mi perplime solo andare in farmacia e chiedere il paraossibenzoato in fenossietanolo ma lo farò. Forse oggi stesso. Se mi chiedono a che mi serve gli dico che sto frequentando un corso in cui insegnano a fare un cosmetico in casa e serve questo ingrediente come conservante, che ve ne pare?


barbara ha scritto:
palmy ha scritto:Se mi chiedono a che mi serve gli dico che sto frequentando un corso in cui insegnano a fare un cosmetico in casa e serve questo ingrediente come conservante, che ve ne pare?


mi sembra un'idea geniale!


giovanna ha scritto:ciao ragazze,
io penso che quando qualcosa ci piace non bisogna scoraggiarsi. Io ho incominciato con fare creme con solo olio, cera d'api, acqua, e oli essenziali e devo dire che mi sono trovata bene (soprattutto ne ha beneficiato la pelle dei miei bambini affetti da dermatite atopica) poi navigando in internet qua e là sono inciampata nelle ricette di Lola ed allora ho pensato di provare a fare una crema in maniera diversa usando altre sostanze acquistate in farmacia, anche per avere creme da conservare a temperatura ambiente e più leggere ( tuttora non sò quanto durano le creme fatte con i conservanti,ogni tanto annuso per sentire se l'odore è sempre buono).Mi sono lanciata con risultati a volte soddisfacenti :) e a volte pessimi :x comunque ho ancora moooooolto da imparare ma finchè c'è vita c'è speranza ;) perciò MAI ABBADDONARE
SENZA AVER ALMENO PROVATO :)
e............. buone creme!!!!!!


Lola ha scritto:giovanna: brava, così si fa!

palmy se nella prima farmacia non sanno neanche di cosa tu stia parlando non ti scoraggiare, prova un'altra.
E se per caso ti dicono che ne devi ordinare un Kg (a te ne bastano 100 g) compralo lo stesso e mettilo in vendita qui sul forum: penso che molte aspiranti spignattatrici che hanno le medesime difficoltà saranno ben felici di farsi spedire il conservante, che assieme all'emulsionante sono le due cose basilari per fare una crema.
Mantieni questo forum un luogo civile: segui il regolamento!
:angel: MIO BLOG! :fiore:
Avatar utente
Tomatina
TsunamiGentile
 
Messaggi: 6297
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 14:06

Messaggioda Tomatina » giovedì 01 maggio, 2008 01:33

Segnalo questi thread:

- Ricette creme corpo di Lola

- crema viso-corpo [was: ho in mente questa ricetta]

- come fare una crema? [thread chiuso - solo consultazione]

- La mia prima crema base corpo!

- Ricetta crema viso/corpo cercasi [thread chiuso - solo consultazione]

- Crema al burro di cacao per il corpo

- Ricetta crema corpo elaborata da me, FATTA!!!!!!!!!!!!!!!!!!


~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~

Approfondiamo gli argomenti, ma facciamolo con ordine, se no si crea solo tanta inutile confusione ;-)

Prima di aprire un thread, e' consigliabile usare il tasto search e valutare se e' davvero necessario aprirne uno nuovo o se si puo' continuare in un thread gia' aperto ;-)

Nella sezione "l'angolo dello SPIGNATTAMENTO" vanno aperti per argomento (mettetelo in chiaro nel titolo!) e non per utente. ;-)

Grazie per la collaborazione :)
Mantieni questo forum un luogo civile: segui il regolamento!
:angel: MIO BLOG! :fiore:
Avatar utente
Tomatina
TsunamiGentile
 
Messaggi: 6297
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 14:06


Torna a l'angolo dello SPIGNATTAMENTO

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite