di Barbara Righini
online dal 2005

Acido citrico ravvivaricci?

Vuoi dare o ricevere un consiglio su cosa spalmarti? Vuoi discutere su ingredienti particolari, nuovi ritrovati, ecofurbate vere o presunte? Vuoi parlare di certificazioni o discutere/segnalare un articolo/video cartaceo o telematico? Posta qui.

Moderatori: Letizia, Vera, Van3ssa, Serese, plesea, Tomatina

Acido citrico ravvivaricci?

Messaggioda pagnottina80 » giovedì 08 novembre, 2007 10:38

ho letto nella dispensina che stà scrivendo azahar751 che l'acido citrico va bene come ravvivaricci postshampoo. mi di te come devo fare per favore? io ho i capelli mossi e dopo shampoo e balsamo metto la schiuma ravvivaricci e poi asciugo col phon. Se posso sostituire la schiuma che uso adesso non ecobio con l'acido citrico sarei felicissima. Grazie mille.
Cristina
pagnottina80
 
Messaggi: 20
Iscritto il: venerdì 19 ottobre, 2007 20:41
Località: Prov.Bergamo

Messaggioda Altea » giovedì 08 novembre, 2007 11:46

credo che in quel caso si parli di risciacquo all'acido citrico, in soluzione da nonmiricordoquanto, comunque per sostituire la schiuma io ti consiglierei il gel di semi di lino ;)
Gli imbecilli sono molto creativi
Barbara© Immagine
Avatar utente
Altea
UsignoloCapellone
 
Messaggi: 783
Iscritto il: lunedì 23 luglio, 2007 11:40

Messaggioda *jillian* » giovedì 08 novembre, 2007 14:12

le dosi sono: 20 gr di acido citrico in 80 gr di acqua distillata o normale.
di questo composto ne uso 20/25 gra in un litro d'acqua normale.
Avatar utente
*jillian*
PerchèbIOvalgo
 
Messaggi: 474
Iscritto il: mercoledì 07 novembre, 2007 23:18
Località: prov.re

Messaggioda tweety » giovedì 08 novembre, 2007 17:28

Io so queste dosi.
Devi fare due diluizioni:
100 grammi di acido citrico anidro (farmacia) in una bottiglietta da mezzo litro d'acqua distillata.
Quando ti lavi i capelli, diluisci 25 o 30 ml della prima soluzione in un litro di acqua normale che userai come ultimo risciacquo.
Passa poi alla piega.
Avatar utente
tweety
 
Messaggi: 118
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 18:28
Località: Milano

Messaggioda azahar751 » giovedì 08 novembre, 2007 22:20

Io non ci faccio l'ultimo risciacquo, invece tampono i capelli dopo lo shampoo e il balsamo, metto un pò di soluzione di acido citrico su punte e lunghezze e poi, dato che i capelli sono sgocciolanti, mi avvolgo in testa il turbante in microfibra. A quel punto asciugo con il diffusore massaggiando bene i ricci con le mani :) , per un effetto più strong posso anche rimetterlo durante l'asciugatura!
Francesca
Avatar utente
azahar751
BioUntrice
 
Messaggi: 5624
Iscritto il: mercoledì 26 settembre, 2007 10:43
Località: Trento

Messaggioda Shopgirl » venerdì 09 novembre, 2007 08:52

tweety ha scritto:Io so queste dosi.
Devi fare due diluizioni:
100 grammi di acido citrico anidro (farmacia) in una bottiglietta da mezzo litro d'acqua distillata.
Quando ti lavi i capelli, diluisci 25 o 30 ml della prima soluzione in un litro di acqua normale che userai come ultimo risciacquo.
Passa poi alla piega.


Beh, i grammi sono un po' a esigenza e ovviamente in proporzione con l'cqua.
Ovviamente meno ne fai meno ne sprechi se non lo usi per altro in casa.

La dose che ha detto Jill è la più economica per chi lo usa (come me e Jill) solo in ultimo risciacquo sui capelli.
Cosa non cambia sono i 20/25 ml di soluzione nel litro di acqua.

Io sono ricciolosissima ed è vero che quando li asciugo sono belli riccioli. Prima usavo anche io la schiuma ma aveva il Cetrimonium dentro e allora è inutile usare l'ecobio se poi per tenere i ricci a posto mando tutto a ramengo.

Prova così. Se poi vedi che non stanno puoi usare quello che ti hanno consigliato o altrimenti comprarti la MOUSSE LAVERA tutta bio! ;)
Shopgirl
StregaDoc
 
Messaggi: 1363
Iscritto il: mercoledì 22 agosto, 2007 18:42

Messaggioda pagnottina80 » venerdì 09 novembre, 2007 09:31

Grazie mille, proverò ad usarlo e se proprio non riuscirò c'è sempre la schiuma Lavera. Un ultima domanda, la soluzione di acido citrico ha una data di scadenza? devo tenerla in frigor? posso metterla in una spruzzino? scusate tutte le domande ma sono alle prime armi. Grazie ancora.
Cristina
pagnottina80
 
Messaggi: 20
Iscritto il: venerdì 19 ottobre, 2007 20:41
Località: Prov.Bergamo

Messaggioda *jillian* » venerdì 09 novembre, 2007 12:40

se nn ricordo male l'acido citrico è talmente acido da conservarsi da sè..
nn va in frigo..però non so fino a che punto arriva a modo..cioè..una settimana, due..ma in mesi o anni nn lo so
Avatar utente
*jillian*
PerchèbIOvalgo
 
Messaggi: 474
Iscritto il: mercoledì 07 novembre, 2007 23:18
Località: prov.re

Messaggioda Shopgirl » venerdì 09 novembre, 2007 12:47

Credo un decina di giorni....

Io dopo lo uso come anticalcare quello che avanza. :)
Shopgirl
StregaDoc
 
Messaggi: 1363
Iscritto il: mercoledì 22 agosto, 2007 18:42

Messaggioda silvia » martedì 13 novembre, 2007 15:33

:) :) ho trovato in agraria l'acido citrico...1 kg 5,90 euro....lo usano per fare il vino....se non sbaglio lilli consigliava di prendelo là in quanto costa meno.....ma non c'è scritto anidro come dice tweety, solo acido citrico....va bene ??? :roll:
Avatar utente
silvia
Pusher-Ecobio
 
Messaggi: 2439
Iscritto il: sabato 11 agosto, 2007 13:02
Località: Trieste

Messaggioda Serese » martedì 13 novembre, 2007 15:53

quello che si aggiunge al vino dovrebbe essere anidro.. dunque penso sia ok. :|
...pensa globale agisci locale...
e
mantieni questo forum un luogo civile!
Avatar utente
Serese
MagaDelSearch
 
Messaggi: 11469
Iscritto il: domenica 28 ottobre, 2007 18:55

Messaggioda tweety » martedì 13 novembre, 2007 16:24

silvia ha scritto::) :) ho trovato in agraria l'acido citrico...1 kg 5,90 euro....lo usano per fare il vino....se non sbaglio lilli consigliava di prendelo là in quanto costa meno.....ma non c'è scritto anidro come dice tweety, solo acido citrico....va bene ??? :roll:


ehm non che io sia una esperta in chimica ma le cose stanno così:

ho specificato anidro perche se non fosse anidro ma monoidrato (cioè con acqua) le dosi per le diluizioni in acqua sarebbero diverse (ma poco poco)
La differenza sta nel fatto che 100 g di acido citrico anidro sono esattamente esattamente 100 g di acido citrico, mentre 100 g di acido citrico monoidrato sono 91,4 g di acido citrico e 8,6 g di acqua... differenza comunque minima!!!
Ho detto poi anidro perchè tante l'acido citrico lo usano non solo per i capelli e come anticalcare ma anche per farsi le bombe frizzanti da bagno (tipo quelle di lush) e lì per forza devono essere fatte con quello anidro se no non vengono!
Avatar utente
tweety
 
Messaggi: 118
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 18:28
Località: Milano

Messaggioda Diakranis » sabato 19 gennaio, 2008 20:26

o, a me non si sciolgonn mica tutti i 100 gr...
Avatar utente
Diakranis
 
Messaggi: 1985
Iscritto il: venerdì 31 agosto, 2007 21:03
Località: San Vittore Olona - Milano

Messaggioda malinche » domenica 20 gennaio, 2008 00:38

Ma l'acido citrico li schiarisce pure, i capelli?
(ho fatto la ricerchina ma il dubbio non mi si e' chiarito... :oops: )
E ilregolamento? L'hai letto? Immagine
Avatar utente
malinche
 
Messaggi: 6251
Iscritto il: domenica 16 settembre, 2007 17:13
Località: Nella profondità dell'inverno, ho imparato alla fine che dentro di me c'è un'estate invincibile

Messaggioda Lilli » lunedì 21 gennaio, 2008 16:10

Io non ho notato schiarmenti :)
E' un annetto o più che lo uso, ogni 4 o 5 giorni.
Avatar utente
Lilli
DeterminataSpignattatrice
 
Messaggi: 815
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 13:05
Località: sulle dolci colline tra Pesaro e Urbino...

Prossimo

Torna a i cosmetici, la pelle e il pianeta

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite