di Barbara Righini
online dal 2005

conservazione degli idrolati

dove piccoli grandi cosmetici fai da te prendono forma!

Moderatori: Letizia, Vera, Van3ssa, Serese, plesea, Tomatina

conservazione degli idrolati

Messaggioda Alhexandra » martedì 26 maggio, 2009 12:14

Ciao a tutte

sto finalmente riuscendo a distillare (con il metodo del wok) e vorrei sapere come conservare gli idrolati; pur essendo distillati hanno bisogno di un conservante? In questo caso allora meglio ocngelarli?
Grazie! :)
Avatar utente
Alhexandra
 
Messaggi: 961
Iscritto il: lunedì 09 giugno, 2008 15:11
Località: nord nord.. oltre le Alpi... Ma cuore toscano

Messaggioda sibilla » martedì 26 maggio, 2009 14:34

Bella idea il congelamento ! Funzionerà o altererà la profumazione ? Il metodo wok è spiegato in qualche post qui nel forum? Grazie
sibilla
 
Messaggi: 366
Iscritto il: domenica 14 dicembre, 2008 21:45

Messaggioda Lola » martedì 26 maggio, 2009 16:11

Confermo che hanno bisogno di conservanti, potassio sorbato e sodio benzoato andranno benissimo.
Lola
Avatar utente
Lola
ReginaDegliSpignattatori
 
Messaggi: 890
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 10:06

Messaggioda Alhexandra » martedì 26 maggio, 2009 18:44

:oops: non ce li ho... beh, li congelo... no, il profumo non si altera.
Il metodo con il wok l'ho trovato in un libro in tedesco sugli oli essenziali.
Il procedimento è spiegato qui
http://www.beautykosmos.de/wiki/index.p ... bstgemacht

C'è un pentolone con un paio di dita d'acqua, un cestino per la cottura a vapore (l'acqua non deve arrivare fino al cestino ma stare un po' sotto); su tale cestino si mette il materiale da distillare, poi si fa un po' di posto e si mette una tazza per la raccolta dell'idrolato. Sopra si mette un recipiente tipo wok riempito di acqua e ghiaccio (che fanno condensare i vapori e farli cadere goccia a goccia nella tazza di raccolta.



:)
Avatar utente
Alhexandra
 
Messaggi: 961
Iscritto il: lunedì 09 giugno, 2008 15:11
Località: nord nord.. oltre le Alpi... Ma cuore toscano

Messaggioda sibilla » mercoledì 27 maggio, 2009 00:49

Grazie!
Sbaglio o l'acqua nella pentola tocca le erbe da "idrolare " ? Idrolare = termine di altissima cosmetologia empirica !!! :lol:
Dunque se ho capito bene l'idrolato è la condensa che ricade nella tazza dopo avere attraversato la droga e toccato il coperchio ghiacciato ...giusto ?
Tedesco questo sconosciuto :mrgreen: !
sibilla
 
Messaggi: 366
Iscritto il: domenica 14 dicembre, 2008 21:45

Messaggioda Vi » mercoledì 03 giugno, 2009 14:50

ciao a tutte!!! :D
domandina: io ho 2 idrolati AZ (che sono senza conservanti) di rosa e hamamelis. il giorno che mi sono arrivati, cioè 2 settimane fa, li ho aperti perchè ero curiosa di sentire il profumo :D e li ho messi subito in frigo.
poi non li ho più toccati perchè sono partita, e ieri ho riaperto quello all'hamamelis per farmi il tonico e l'odore è un pò cambiato. in ogni caso il tonico l'ho fatto lo stesso e non è per nulla irritante, quindi dovrebbe essere segno che li posso usare tranquillamente.
quello che mi chiedo è: metto potassio sorbato e sodio benzoato nelle bottigliette degli idrolati, anche se sono aperti da 16-17 giorni e l'odore è un pò diverso? posso farlo ora o avrei dovuto farlo immediatamente?
è una domanda idiota lo so, ma scusatemi, a volte mi assalgono questi dubbi...(ovviamente continuerei a tenerli in frigo)
Avatar utente
Vi
 
Messaggi: 960
Iscritto il: martedì 16 dicembre, 2008 17:14

Messaggioda diana » mercoledì 03 giugno, 2009 15:11

interessante questa discussione!
ho dedotto che l'acqua di rose che ho comprato dagli indiani non sia un idrolato, perchè è aperta da una vita e l'odore non è cambiato affatto... ma che dite, sarà comunque utilizzabile? :roll:
.diana.
Avatar utente
diana
 
Messaggi: 913
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 17:31
Località: Treviso

Messaggioda Lola » mercoledì 03 giugno, 2009 15:25

Il problema degli idrolati non è solo la conservazione da invasioni di batteri muffe e lieviti ma anche l'ossidazione, e contro quella i conservanti non possono niente.
Ma può l'acido citrico.

Ovivamente non ho idrolati con cui fare la prova ma sarebbe interessante vedere se con l'aggiunta di conservanti e acido citrico (poco, per portare a pH 5) il profumo varia o rimane stabile.
Lola
Avatar utente
Lola
ReginaDegliSpignattatori
 
Messaggi: 890
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 10:06

Messaggioda Vi » mercoledì 03 giugno, 2009 15:34

mmmh io ho sia i conservanti che l'acido citrico, potrei fare la prova...però mi devi dire tu la quantità esatta dell'acido perchè io mi spavento a usarlo!!! chissà che dani combinerei :oops: :oops: :oops:

i miei idrolati sono in bottiglie da 200 ml però:
- uno non l'ho usato, quindi metto tranquillamente 5 ml di K+Na e acido quanto?
- l'altro l'ho usato, ne ho preso circa 95 ml, quindi K+Na 2,5 ml (come se ne avessi 100 ml va bene?) e acido quanto?
Avatar utente
Vi
 
Messaggi: 960
Iscritto il: martedì 16 dicembre, 2008 17:14

Messaggioda witch » mercoledì 03 giugno, 2009 16:35

scusate, io gli idrolati li compro direttamente in azienda in bottiglioni da 2 l. in plastica, tipo quelli dell'acqua distillata, per capirci.
fino ad ora li ho conservati nell'armadietto del bagno usandoli al bisogno, senza notare cambiamenti di sorta... dovrei cominciare a preoccuparmi? :oops:
grazie.
witch
 
Messaggi: 380
Iscritto il: mercoledì 25 giugno, 2008 23:42

Messaggioda Lola » mercoledì 03 giugno, 2009 17:08

Vi, metti i conservanti in quello nuovo e lascia perdere l'altro, così si fa la comparazione. Ma tu hai le cartine al tornasole, vero? perchè altrimenti il conservante che usi non potresti usarlo correttamente.
Lola
Avatar utente
Lola
ReginaDegliSpignattatori
 
Messaggi: 890
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 10:06

Messaggioda Vi » giovedì 04 giugno, 2009 11:58

si si certo che le ho lecartine! sono stati uno dei miei primi acquisti!! e dunque quanto acido citrico uso? (ho anche la bilancina 0,1 gr quindi lo posso pesare)
Avatar utente
Vi
 
Messaggi: 960
Iscritto il: martedì 16 dicembre, 2008 17:14

Messaggioda Lola » giovedì 04 giugno, 2009 12:03

Ma scusa li hai mai usati i conservanti? Basta tamponare con una soluzione di acqua e acido citrico fino ad arrivare a pH 5, esattamente come fai di solito.
Lola
Avatar utente
Lola
ReginaDegliSpignattatori
 
Messaggi: 890
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 10:06

Messaggioda Vi » giovedì 04 giugno, 2009 12:13

che risposta veloce! :)
si li ho usati, ma non ho mai fatto la soluzione di acido citrico perchè non sapevo esattamente le quantità :| (per aggiustare il pH delle cremine uso gocce di acido lattico)
ti prego svelami il mistero: quantità di acqua? e di acido? (e questa stessa soluzione posso usarla anche come anticalcare e risciacquo capellli?)
Avatar utente
Vi
 
Messaggi: 960
Iscritto il: martedì 16 dicembre, 2008 17:14

Messaggioda Tomatina » giovedì 04 giugno, 2009 12:20

Vi ha scritto:che risposta veloce! :)
si li ho usati, ma non ho mai fatto la soluzione di acido citrico perchè non sapevo esattamente le quantità :| (per aggiustare il pH delle cremine uso gocce di acido lattico)

penso che la soluzione di acido citrico vada bene al 20% poi aggiungi all'idrolato controllando il ph con le cartine... no?
Mantieni questo forum un luogo civile: segui il regolamento!
:angel: MIO BLOG! :fiore:
Avatar utente
Tomatina
TsunamiGentile
 
Messaggi: 6297
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 14:06

Prossimo

Torna a l'angolo dello SPIGNATTAMENTO

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite