di Barbara Righini
online dal 2005

Burro al cocco e pepe nero di Aroma-Zone

dove piccoli grandi cosmetici fai da te prendono forma!

Moderatori: Letizia, Vera, Van3ssa, Serese, plesea, Tomatina

Burro al cocco e pepe nero di Aroma-Zone

Messaggioda Bowielicious » giovedì 24 novembre, 2011 20:56

Ciao ragazze :)

Oggi ho provato la prima ricetta, la più facile! Il burro al cocco e pepe nero proposto da Aroma-Zone.

    Burro di karitè 48.8 ml
    Olio di cocco 29 ml
    Macérât huileux (come si traduce? :oops: ) di vaniglia 19.1 ml
    Olio essenziale di pepe nero 1 ml
    Vitamina E 0.2 ml


Sembra essere andato tutto bene, ma ho qualche dubbio. Ho cercato molto per il sito, ma non mi sembra di aver letto qualcosa che facesse al caso mio. Mea culpa in anticipo se dovessi aver tralasciato qualcosa già detto :o

1) Il burro di karitè è diventato marroncino, una volta sciolto: è tutto okay? Forse l'acqua del bagnomaria non doveva bollire?

2) Ho disinfettato la vaschetta di acciaio e il frustino di Aroma-Zone e, una volta tamponati con carta assorbente, hanno lasciato delle tracce nerastre sulla carta... possibile che 'perdano colore'? Non vorrei che avessero rilasciato qualcosa nella crema...

3) 36 gocce di olio di pepe non saranno troppe? :lol: Non sento più odore di cocco, solo di pepe! Ho fatto un ordine solo per avere una crema al cocco e profumerò di maccheroni cacio e pepe? :roll:

4) Posso cambiare olio essenziale a mio piacimento o rischio di pasticciare? Pensavo alla vaniglia o a qualcosa di dolce che stia bene con il cocco...

Sta raffreddando: incrocio le dita!
Avatar utente
Bowielicious
 
Messaggi: 76
Iscritto il: venerdì 08 gennaio, 2010 17:02

Messaggioda Bowielicious » mercoledì 30 novembre, 2011 12:26

Allora...

la crema è di una consistenza oscena, granulosa e mezza sciolta.

Una volta spalmata, è morbidissima e scorrevole, il profumo è meno peggio
di quanto pensassi e assorbe bene :)

Credevo che a temperatura ambiente la crema fosse solida, in quanto sia il karité sia l'olio di cocco, separati, fondono solo se scaldati.

Forse è andato storto qualcosa?
Avatar utente
Bowielicious
 
Messaggi: 76
Iscritto il: venerdì 08 gennaio, 2010 17:02

Messaggioda valent1na » mercoledì 30 novembre, 2011 18:52

Il karitè va sciolto a bassa temperatura, perchè se lo bruci (e visto che era marrone credo sia successo questo) si risolidifica in grumi.
Ho quel frustino e non ha mai rilasciato colore.
Hai controllato se quell'oe è irritante? è una quantità un po' esagerata quella da te usata.
Mi scrivi in che ordine hai scaldato la roba? (non vorrei avessi scaldato la vitamina e l'oe)
Po' Comunque Perché Lì Là Qui Qua Sì Fa
Avatar utente
valent1na
 
Messaggi: 8943
Iscritto il: martedì 13 maggio, 2008 17:57
Località: Francia

Messaggioda Bowielicious » mercoledì 30 novembre, 2011 19:36

valent1na ha scritto:Il karitè va sciolto a bassa temperatura, perchè se lo bruci (e visto che era marrone credo sia successo questo) si risolidifica in grumi.
Ho quel frustino e non ha mai rilasciato colore.
Hai controllato se quell'oe è irritante? è una quantità un po' esagerata quella da te usata.
Mi scrivi in che ordine hai scaldato la roba? (non vorrei avessi scaldato la vitamina e l'oe)


Ho lasciato su il karitè mentre l'acqua bolliva, :specch: che genio! Ecco perché adesso è in grumi... per il resto, l'efficacia è la stessa? Non è che fa male, vero? :roll:

Ho controllato su Aromazone, che naturalmente consigliandolo in quella ricetta non menziona potenziali irritazioni... sulla pelle non sembra dare problemi, anche se ho spalmato la crema solo due volte. La dose era quella del sito e mi sono attenuta :|

Ho scaldato il karitè e l'olio di cocco, poi li ho mescolati ancora caldi con l'oleolito di vaniglia a temperatura ambiente e messi in freezer. Una volta rappreso il composto, ho scaldato in modo blando la crema e quando era abbastanza sciolta ho aggiunto vitamina e olio essenziale, continuando a mescolare... pari pari la ricetta di Aromazone :nasc:
Avatar utente
Bowielicious
 
Messaggi: 76
Iscritto il: venerdì 08 gennaio, 2010 17:02

Messaggioda valent1na » mercoledì 30 novembre, 2011 20:35

la prossima volta non scaldare due volte, ma aggiungi le cose termolabili quando lo spignatto è tiepido e sta per diventare denso.
Non ricordo se un olio surriscaldato fa male ma credo abbia perso molte delle sue proprietà, l'hai fritto!
Io in genere spignatto nel microonde a bassissima potenza, così la temperatura non sale troppo, anche perché ho paura di bruciarmi armeggiando ai fornelli con pentole e pentolini :pirl:

Comunque nella fiche technique dice "Précautions : Peut être irritant pour les peaux sensibles, utiliser diluée."

Ma tu percepisci l'effetto riscaldante? Son curiosa di provarlo :)
Po' Comunque Perché Lì Là Qui Qua Sì Fa
Avatar utente
valent1na
 
Messaggi: 8943
Iscritto il: martedì 13 maggio, 2008 17:57
Località: Francia

Messaggioda Bowielicious » mercoledì 30 novembre, 2011 22:21

valent1na ha scritto:la prossima volta non scaldare due volte, ma aggiungi le cose termolabili quando lo spignatto è tiepido e sta per diventare denso.
Non ricordo se un olio surriscaldato fa male ma credo abbia perso molte delle sue proprietà, l'hai fritto!
Io in genere spignatto nel microonde a bassissima potenza, così la temperatura non sale troppo, anche perché ho paura di bruciarmi armeggiando ai fornelli con pentole e pentolini :pirl:

Comunque nella fiche technique dice "Précautions : Peut être irritant pour les peaux sensibles, utiliser diluée."

Ma tu percepisci l'effetto riscaldante? Son curiosa di provarlo :)


Anche a me sembrava strano dover riscaldare due volte, ma essendo alla mia prima esperienza ho seguito religiosamente le istruzioni...

Il profumino è buono, una volta steso sa di cocco con quel tocco di esotico, speziato, non male! Riscaldante non direi, non particolarmente :roll:
Avatar utente
Bowielicious
 
Messaggi: 76
Iscritto il: venerdì 08 gennaio, 2010 17:02

Messaggioda valent1na » mercoledì 30 novembre, 2011 22:41

(non c'è bisogno di quotare ogni volta a meno che non desideri quotare una frase in particolare ;) )
regola num.1: le ricette di az son robe da cui trarre ispirazione ma non da seguire peché son ciofeche colossali.
Piuttosto copia le ricette da qui o da lola che son testate sulla pelle delle spignattatrici e non :mrgreen:
Uff speravo che scaldasse, come ripetono loro 600 volte nella scheda tecnica :evil:
Po' Comunque Perché Lì Là Qui Qua Sì Fa
Avatar utente
valent1na
 
Messaggi: 8943
Iscritto il: martedì 13 maggio, 2008 17:57
Località: Francia


Torna a l'angolo dello SPIGNATTAMENTO

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite