Pagina 1 di 2

Mi togliete una curiosità sull'acido jaluronico?

MessaggioInviato: mercoledì 28 novembre, 2007 14:17
da Altea
Sul biodiz ionario c'è scritto verde se da biotecnologia, rosso se animale, ok, maaaa....esiste ancora chi lo fa da animali?
Io sapevo che, quando si poteva prendere solo dagli animali, era un prodotto molto costoso e per questo poco diffuso, poi con l'arrivo dell'acido jaluronico da coltura batterica i prezzi di produzione sono calati ed ora sta pure nel pane...sapevo una cazzata oppure è così ma c'è comunque chi continua a prenderlo dagli animali?

MessaggioInviato: giovedì 01 maggio, 2008 19:45
da maya
mi accodo al post di Altea per farvi una domandina... ma l'uso di prodotti che contengono l'acido jaluronico va sospeso in estate anche se non ci si espone al sole per abbronzarsi, cioè se il sole lo si prende solo poco camminando all'aperto si può continuare ad usare questi prodotti senza preoccuparsi?
vi ringrazio
(questa domanda l'ho appena fatta a Barbara a proposito del j'aloè nella sezione prodotti, ma la faccio anche qui :P )

MessaggioInviato: domenica 04 maggio, 2008 13:30
da Kiryam
Con l'acido Jaluronico non dovrebbero essereci problemi :o Possono esserci con acido glicolico o con acidi + forti :P
l'ho usato puro sulla pelle (l'acido Jaluronico), il pomeriggio dalle 14 alle 17 sto sotto il sole e il mio viso si è solo abbronzato... ;-)

MessaggioInviato: domenica 04 maggio, 2008 14:11
da barbara
come ho già risposto nella sezione del negozio, l'acido jaluronico è chiamato acido ma non ha la stessa funzione di glicolico, salicilico, lattico... ovvero non è propriamente esfoliante, non assottiglia lo strato corneo e di conseguenza non dà nessun problema al sole.

MessaggioInviato: domenica 04 maggio, 2008 14:29
da maya
:P scusate se la domanda l'ho fatta due volte, ma ci tenevo molto a un chiarimento,
GRAZIE MILLE per la risposta chiara e veloce :zib:

MessaggioInviato: domenica 04 maggio, 2008 14:31
da barbara
@Altè per tornare alla tua domanda: boh!
A rigor di logica dovrebbe essere vero quello che dici, che dati i costi si preferisce la biotecnologia. Però io ormai non mi stupisco più di niente, quindi chi lo sa.
Certo nei cosmetici bio dovrebbe essere certa la presenza di j. da biotecn.

MessaggioInviato: sabato 10 maggio, 2008 14:30
da prisciLLa
posso sottoporvi un altro quesito sempre sull'acido jaluronico?
su 'cosmesi naturale pratica' francesca marotta lo definisce un po' una leggenda della cosmesi, nel senso che il presunto potere idratante dell' a.j. dipende anche dal grado di umidità dell'ambiente circostante. In pratica ( e se ho ben capito :D ) idrata la pelle se l'ambiente è umido, mentre se l'ambiente è secco rischia addirittura di sottrarre acqua alla pelle. :shock:
qualcuno può confermare o smentire?
grassie :)

MessaggioInviato: mercoledì 14 maggio, 2008 12:20
da giuse78
@barbara: il processo biotecnologico è di gran lunga più vantaggioso, economicamente, dell'estrazione da tessuti animali... e industrialmente il processo meno costoso vince sempre ;-) parola di chimico :)


@prisciLLa: è una storia che si sente da tempo, e non è dissimile da ciò che abbiamo discusso sul thread della glicerina...

lo ialuronano (acido ialuronico) è una sostanza idrofila, e in quanto tale tende a legare le molecole d'acqua. la sua funzione nei tessuti umani in cui è presente (sostanzialmente il derma e le cartilagini articolari) è proprio quella di formare un gel idrofilo che ottimizza le proprietà meccaniche di tali tessuti (però qui sono largamente al di fuori del campo di mia competenza... aiuto! :D). tali tessuti, però, sono già per loro natura ricchi d'acqua...

l'uso cosmetico dello ialuronano ha a parer mio un razionale diverso, perchè questa molecola, essendo ad alto peso molecolare, non penetra nello strato corneo (come invece fa la glicerina), ma forma un film superficiale che "isola" l'epidermide dall'ambiente esterno.

l'effetto idratante, invece, è proprio di molecole idrofile a basso peso molecolare che, penetrando nello strato corneo, permettono la mobilità dell'acqua nello strato superficiale della pelle.

MessaggioInviato: mercoledì 14 maggio, 2008 15:53
da prisciLLa
quindi se ho capito bene non è un granchè come idratante .... :roll:

MessaggioInviato: mercoledì 14 maggio, 2008 16:35
da giuse78
prisciLLa ha scritto:quindi se ho capito bene non è un granchè come idratante .... :roll:


dentro la pelle sì, sulla pelle, cioè fuori, mica tanto...

ma qui dovrebbe intervenire un esperto... :!:

MessaggioInviato: mercoledì 14 maggio, 2008 16:57
da barbara
Un articolo su Dermakos (feb 08) cita degli studi, secondo i quali la macromolecola dello jaluronico viene sintetizzata dagli strati epiteliali, e va a riempire le fessure tra i cheratinociti.
Altri studi invece suggeriscono la capacità di essere completamente assorbito dalla pelle, sino al derma (sono studi che vengono definiti credibili, ma controversi perchè non c'è stato alcun seguito e approfondimento).
Nella cosmesi si usa lo jaluronico sia per la sua funzione di strato umettante che mantiene l'idratazione al suo posto, sia per l'altra funzione di cui sopra, di "cementante" i cheratociti.
Questo dice Dermakos, di più non ho letto in merito :)

MessaggioInviato: mercoledì 14 maggio, 2008 18:50
da giuse78
@barbara: nell'esprimere la mia opinione mi sono basato esclusivamente sullo skin feeling personale e su considerazioni "teoriche" di chimica... può essere che le cose in realtà siano diverse.

comunque sono convinto che l'azione che tale composto ha sullo strato corneo è ben diversa da quella che ha nei nostri tessuti interni, ricchi d'acqua, dove davvero si comporta da "spugna" molecolare.

ma non sarebbe meglio chiedere ad un esperto? non posso mica leggermi tutta la letteratura scientifica... :P

MessaggioInviato: mercoledì 14 maggio, 2008 19:15
da barbara
giuse78 ha scritto:comunque sono convinto che l'azione che tale composto ha sullo strato corneo è ben diversa da quella che ha nei nostri tessuti interni, ricchi d'acqua, dove davvero si comporta da "spugna" molecolare.


beh ma questo non vale forse per qualsiasi molecola? mi pare ovvio che all'interno gli effetti siano diversi che all'esterno!

MessaggioInviato: giovedì 15 maggio, 2008 12:11
da giuse78
@barbara: intendevo dire che secondo me sulla pelle la funzione principale dell'acido ialuronico non è quella di trattenere acqua, come invece fa nei tessuti interni...

infatti un idrogel puro di acido ialuronico asciuga subito sulla pelle, e non produce un buono skin feeling.
poi, se penetra, penetra poco, infatti sciacquando si sente la pelle "viscida", perchè si riforma il gel in superficie...

cmq appena ho tempo leggo bene un po' di letteratura, faccio una sintesi e posto ;-)

MessaggioInviato: venerdì 29 ottobre, 2010 23:38
da emanuelita88
uppo questo topic un pò vecchiotto...sto usando il jalus fitocose che dovrebbe contenere acido ialuronico ad alto e basso peso molevcolare..ora,he l'acido ialuronico a basso peso molecolare"penetri"invece che restare in superficie è una cosa campata in aria o scientifica?