di Barbara Righini
online dal 2005

panno per la pulizia: quale scelgo?

L'angolo del consumatore consapevole. Decrescita, consumo critico, boicottaggio, alimentazione, autoproduzione: tutto ciò che non riguarda la cosmesi e i detersivi!

Moderatori: Letizia, Vera, Van3ssa, Serese, plesea

panno per la pulizia: quale scelgo?

Messaggioda Altea » sabato 04 agosto, 2007 18:27

Mi è tornato in mente leggendo il 3d di barbara sulle spugnette per piatti, volevo chiedervelo qualche giorno fa.

Allora, per pulire vetri&co di solito in casa usiamo degli stracci ricavati da vecchi vestiti, specie le camicie di cotone di papà o le lenzuola ;)

Per togliere la polvere usiamo i vecchi collant: sono perfetti, altro che swiffer!
Per fortuna, almeno in questo, mia mamma è ecologicissima :D

Per i piatti magari vado a vedere nel 3d di la, che non ho idea di cosa sia fatta la retina.

Il punto è: il panno "di pelle", quello che si usa per pulire le superfici delicate, ma anche il bagno e la cucina, quello che è perfetto utilizzato umido perché assorbe alla perfezione, non macchia, pulisce bene, lo sciacqui sotto la fontana, lo strizzi e lo ri-utilizzi, che lo metto anche sull'angolo della vasca da bagno per evitare che mi cada l'acqua per terra, che quando si asciuga diventa duro come cartone.

Ecco, quello lì, è davvero fatto di pelle o cosa? E se è di pelle, cosa potrei usare di simile?
Avatar utente
Altea
UsignoloCapellone
 
Messaggi: 783
Iscritto il: lunedì 23 luglio, 2007 11:40

Messaggioda barbara » sabato 04 agosto, 2007 18:33

Io non so proprio di cosa sia fatto, ma sinora ho vissuto senza :angel:
Tutto per un'unica meraviglia.
Avatar utente
barbara
AmministratriceSuprema
 
Messaggi: 21710
Iscritto il: martedì 17 luglio, 2007 22:07
Località: Pescara

Messaggioda Altea » sabato 04 agosto, 2007 18:34

e come lo pulisci, ad esempio, il bagno?
e i fornelli? :oops:
Avatar utente
Altea
UsignoloCapellone
 
Messaggi: 783
Iscritto il: lunedì 23 luglio, 2007 11:40

Messaggioda kore » sabato 04 agosto, 2007 18:43

Uhm noi abbiamo straccetti che si trovano al super fatti a rete da una parte e puntinati dall'altra. Ottimi. Usiamo per la cucina e per spolverare usati umidi appena appena.
Per il bagno usiamo spugna.
Avatar utente
kore
 
Messaggi: 390
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 22:40
Località: Bologna

Messaggioda uvafragola » sabato 04 agosto, 2007 19:45

Altea ha scritto:e come lo pulisci, ad esempio, il bagno?
e i fornelli? :oops:

io...
i fornelli con la stessa spugna dei piatti, ma dal lato non abrasivo. poi asciugo con uno strofinaccio/straccio di cotone.

comunque ho capito quale dici tu. non i risulta sia fatta di pelle :shock: magari sono ignorante io, eh, ma mi pareva sintetica
Avatar utente
uvafragola
TraCampi&Nuvole
 
Messaggi: 7515
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 10:23
Località: Sicilia dell'est (ma lombarda di origine)

Messaggioda Babs » sabato 04 agosto, 2007 20:18

uvafragola ha scritto:
Altea ha scritto:e come lo pulisci, ad esempio, il bagno?
e i fornelli? :oops:

io...
i fornelli con la stessa spugna dei piatti, ma dal lato non abrasivo. poi asciugo con uno strofinaccio/straccio di cotone.

comunque ho capito quale dici tu. non i risulta sia fatta di pelle :shock: magari sono ignorante io, eh, ma mi pareva sintetica


Idem,uso la spugna...ma se lo straccetto che dici è quello che dico io...intendi quelli che di solito sono rosa o gialli?Non penso siano di pelle...
Avatar utente
Babs
 
Messaggi: 411
Iscritto il: domenica 22 luglio, 2007 11:53

Messaggioda uvafragola » sabato 04 agosto, 2007 20:39

no, secondo me Altea intende quelli marroncini, tipo panno daino.
sbaglio, Altea?
Avatar utente
uvafragola
TraCampi&Nuvole
 
Messaggi: 7515
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 10:23
Località: Sicilia dell'est (ma lombarda di origine)

Messaggioda Babs » sabato 04 agosto, 2007 20:46

uvafragola ha scritto:no, secondo me Altea intende quelli marroncini, tipo panno daino.
sbaglio, Altea?


ah...come quelli per pulire i vetri delle auto,che dicono siano in daino?
Avatar utente
Babs
 
Messaggi: 411
Iscritto il: domenica 22 luglio, 2007 11:53

Messaggioda Altea » sabato 04 agosto, 2007 22:00

esatto, quelli!
Comunque ho chiesto alla mamma stasera e dice che sono sintetici, c'è l'abitudine di chiamarlo "straccio di pelle" perché hanno sostituito i vecchi panni di daino...dice lei.
Avatar utente
Altea
UsignoloCapellone
 
Messaggi: 783
Iscritto il: lunedì 23 luglio, 2007 11:40

Messaggioda uvafragola » sabato 04 agosto, 2007 23:12

inizio OT (non potevo resistere)

a me viene troppo da ridere.
io non li ho mai chiamati "panni daino". per me il daino è sempre stato l'animale...
un giorno a casa del mio ragazzo (una delle prime volte da lui) sua mamma mi fa: scusa, cara, mi passeresti il daino?
nella mia testa si è formata l'immagine di me che sollevavo di peso il povero animale e lo passavo alla signora. le sono scoppiata a ridere in faccia. che imbarazzo
:lol:

fine OT (scusate, eh!)
Avatar utente
uvafragola
TraCampi&Nuvole
 
Messaggi: 7515
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 10:23
Località: Sicilia dell'est (ma lombarda di origine)

Re: panno per la pulizia: quale scelgo?

Messaggioda elsatar » sabato 04 agosto, 2007 23:40

I cosidetti "panni magici" li avete provati? Di solito sono bianchi, morbidi, a me sembrano buoni, puliscono molto bene e si possono lavare mettendoli nel bucato.

Ciao Elsatar
elsatar
 
Messaggi: 1751
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 13:51

Messaggioda barbara » domenica 05 agosto, 2007 08:24

Altea ha scritto:e come lo pulisci, ad esempio, il bagno?
e i fornelli? :oops:


il bagno: spugnetta tipo quella per lavare i piatti (ruvida da un lato e dall'altro no), spugnetta di quelle quadrate, piatte, di cellulosa, per sciacquare e asciugare, panno in microfibra per pulire il ripiano in marmo, lo specchio, e le mensoline in vetro.
Straccio per il pavimento.

I fornelli: spugnetta piatta quadrata in cellulosa. E' vero pure che mi resta l'alone eh, mannaggia.
Tutto per un'unica meraviglia.
Avatar utente
barbara
AmministratriceSuprema
 
Messaggi: 21710
Iscritto il: martedì 17 luglio, 2007 22:07
Località: Pescara

Messaggioda apollonia » domenica 05 agosto, 2007 09:48

Per i fornelli e il lavello in acciaio: se molto unti pulisco con spugna e sgrassatore o anche solo detersivo piatti, alla fine una passata con microfibra per asciugare. Se sono poco sporchi microfibra con acqua e aceto ben strizzata, non c'è neanche bisogno di asciugare e niente aloni. Vengono molto meglio che con l'apposito prodotto per acciaio (che non uso mai). Per il resto faccio come Barbara. Le piastrelle del vano doccia le asciugo dopo l'uso, in 1 minuto, con la solita microfibra asciutta, non c'è nemmeno mai bisogno di pulirle. Ciao :)
apollonia
 

Messaggioda lizavetha » domenica 05 agosto, 2007 10:53

barbara ha scritto: vero pure che mi resta l'alone eh, mannaggia.


ummm... che tipo di alone? il fornello è in?
Avatar utente
lizavetha
HolalaidiLa-idiHa-ho
 
Messaggi: 460
Iscritto il: venerdì 20 luglio, 2007 22:42

Messaggioda barbara » domenica 05 agosto, 2007 11:02

lizavetha ha scritto:ummm... che tipo di alone? il fornello è in?


eh rimangono proprio i segni della passata... il fornello è in acciaio.
Anche se dopo passo la spugna lavata e strizzata, con sola acqua, niente, mi restano.
Non che io ne faccia una malattia :roll: però... ogni tanto mi piacerebbe vederlo proprio limpido-da-specchiarsi :P
Tutto per un'unica meraviglia.
Avatar utente
barbara
AmministratriceSuprema
 
Messaggi: 21710
Iscritto il: martedì 17 luglio, 2007 22:07
Località: Pescara

Prossimo

Torna a Oltre la cosmesi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite