di Barbara Righini
online dal 2005

master in piegatura panni senza piega

L'angolo del consumatore consapevole. Decrescita, consumo critico, boicottaggio, alimentazione, autoproduzione: tutto ciò che non riguarda la cosmesi e i detersivi!

Moderatori: Letizia, Vera, Van3ssa, Serese, plesea

master in piegatura panni senza piega

Messaggioda barbara » domenica 13 dicembre, 2009 16:49

Oh, adesso voi che non stirate e vi vantate di saper stendere alla perfezione così da evitare il ferro, insegnate pure ammè! :sumo:
Tutto per un'unica meraviglia.
Avatar utente
barbara
AmministratriceSuprema
 
Messaggi: 21691
Iscritto il: martedì 17 luglio, 2007 22:07
Località: Pescara

Messaggioda jordan » domenica 13 dicembre, 2009 17:05

:lol: :lol: :lol:
Hai ragione, Bà, insegnateci sì!
Dal canto mio, posso solo dirti che nonostante una mamma con master e dottorato in piegatura panni senza stirare, io non ne sono ancora capace, tanto che ultimamente ha avuto la bronchite e ho provato a stenderli io, lei mi spiava da dietro il vetro, ma evidentemente devo averle fatto attorcigliuare le budella (oltre che i panni), perchè è uscita fuori imbacuccata come una befana e me li ha strappati dalle mani! :sniff: . Eppure sono una brava donnina di casa! Cucino e lavo io!
Comunque, oltre allo sbattimento dei panni, che deve essere violento sì, ma soprattutto deciso (se hai gli occhiali, sì, ti si bagnano tutti), pare ci sia un punto preciso in cui stendere il capo, per cui in quel determinato punto il suo stesso peso lo fa asciugare senza pieghe, ma 5 millimetri più in là, e vanifichi tutto. Poi noi laviamo spesso a mano, per cui i capi non sono mai troppo strapazzati, e soprattutto sono ancora abbastanza bagnati e pesanti. Ma mi rendo conto che non dappertutto questo si può fare, pena pesanti liti condominiali. Mi dispiace, non so esserti d'aiuto! Ma d'ora in poi, visto che sta diventando una questione di principio, mi metterò a studiarla per prendere appunti mentre stende! :D
L'essentiel est invisible pour les yeux
Avatar utente
jordan
 
Messaggi: 3450
Iscritto il: domenica 13 settembre, 2009 20:52
Località: Calabrifornia

Messaggioda robboh » domenica 13 dicembre, 2009 17:26

Allora...
...premetto che io non sono molto esigente: non mi interessa particolarmente l'opinione altrui sul mio abbigliamento, soprattutto se negativa :).
Come ha già detto Jordan è importantissimo sbattere vigorosamente i panni prima di stenderli.
E' indispensabile sacrificare spazio appendendo maglie e pantaloni sempre a cavallo di 2 fili, in questo modo i panni non si ritrovano con la piega accentuatissima e allargata al centro.
E' fondamentale evitare le camicie a meno che non siano quelle che vendono già stropicciate o quelle estive di cotone sottilissimo.
Quando i panni sono asciutti si raccolgono e si allargano bene con le mani sul letto prima di ripiegarli.
Mi pare sia tutto.
Roberta
dubito... ergo sum
Avatar utente
robboh
 
Messaggi: 343
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 09:53
Località: Milano

Messaggioda uvafragola » domenica 13 dicembre, 2009 17:43

mia quasi-suocera appende maglie varie (polo o maglioncini leggeri) sugli omini (ometti? appendini? come li chiamate voi?) invece che sui fili.
vengono bene.
poi lei stira lo stesso, ma devo dire che certe cose quasi quasi non ne avrebbero bisogno, proprio perchè non c'è alcun segno di filo o molletta
Avatar utente
uvafragola
TraCampi&Nuvole
 
Messaggi: 7506
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 10:23
Località: Sicilia dell'est (ma lombarda di origine)

Messaggioda barbara » domenica 13 dicembre, 2009 18:06

ho difficoltà ad immaginare una maglia messa tra due fili... non vengono due pieghe invece di una? :uhm:
Tutto per un'unica meraviglia.
Avatar utente
barbara
AmministratriceSuprema
 
Messaggi: 21691
Iscritto il: martedì 17 luglio, 2007 22:07
Località: Pescara

Messaggioda robboh » domenica 13 dicembre, 2009 18:24

E' vero che vengono 2 pieghe, ma su ciascun filo il peso si dimezza e quindi le pieghe diventano molto più leggere e spariscono quasi completamente con la stiratura a mano sul letto, poi quando indossi la maglia non si nota niente.
Invece a cavallo di un unico filo oltre alla piega accentuatissima ti ritrovi anche la maglia allargata su quella linea.
Quando ho pochi panni da stendere e molto spazio a disposizione, o ho qualcosa di particolarmente delicato, tipo un maglione di pura lana, stendo in orizzontale.
Roberta
dubito... ergo sum
Avatar utente
robboh
 
Messaggi: 343
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 09:53
Località: Milano

Messaggioda Viola74 » domenica 13 dicembre, 2009 18:46

usando il programma di centrifuga più delicato, a volte riesco a far asciugare le cose più delicate senza che poi abbiano bisogno di stiraggio:
i maglioni di lana, ad esempio, o le felpe (queste anche in caso di centrifuga normale), o qualche tipo di giubbino, li appendo alle "grucce" (o "stampelle" o "appendini", ecc.) e appendo poi le grucce al bordo superiore del box doccia, così ho anche più spazio nello stendino.
a me capita spesso che molti panni debbano essere stirati solo a causa della linea dello stendino, tipo magliette di cotone che sono un po' aderenti, e in effetti mi rendo conto che se le stendessi in modo da evitare la riga, avrei qualcosa in meno da stirare!
Avatar utente
Viola74
 
Messaggi: 459
Iscritto il: martedì 16 dicembre, 2008 11:01
Località: Roma

Messaggioda piper » domenica 13 dicembre, 2009 19:15

io per le maglie e magliette stendo all'ingiù, ovvero appese per il loro fondo. Il peso delle maniche e di tutta la maglia evita abbastanza le pieghe, anche se io stiro quasi tutto comunque :D

Unico inconveniente: quelle del marito devo sempre stenderle sulle "alette" dello stendino se no toccano giù ;-)
Avatar utente
piper
 
Messaggi: 1856
Iscritto il: lunedì 13 agosto, 2007 09:33

Messaggioda barbara » domenica 13 dicembre, 2009 19:16

piper ma "impiccandole così" che ne è delle maniche e delle spalle? non si stropicciano di più?
Tutto per un'unica meraviglia.
Avatar utente
barbara
AmministratriceSuprema
 
Messaggi: 21691
Iscritto il: martedì 17 luglio, 2007 22:07
Località: Pescara

Messaggioda valent1na » domenica 13 dicembre, 2009 22:36

io stendo mettendo le mollette sotto le ascelle, e per i pantaloni sul retro, e non ho problemi di linea del filo, è strano.. ma usate l'ammorbidente? O forse dipende anche dalla durezza dell'acqua?
Poi raccolgo appena sono asciutti, e piego all'istante lisciando con le mani. le magliette più "noiose" le stendo sulla gruccia bloccando con due mollette la gruccia al filo.
Avatar utente
valent1na
 
Messaggi: 8958
Iscritto il: martedì 13 maggio, 2008 17:57
Località: Francia

Messaggioda piper » mercoledì 16 dicembre, 2009 19:27

barbara ha scritto:piper ma "impiccandole così" che ne è delle maniche e delle spalle? non si stropicciano di più?


assolutamente no, mi pare almeno :oops: certo devi evitare che siano tutte "arricciate" (le maniche). E comunque credo che una manica stropicciata si noti meno di una schiena con la riga, anche se restasse un po' stropicciata :P
Avatar utente
piper
 
Messaggi: 1856
Iscritto il: lunedì 13 agosto, 2007 09:33

Messaggioda suadina » giovedì 17 dicembre, 2009 10:39

anch'io non stiro quasi piu nulla da qualche anno...
d'estate stendo fuori facendo attenzione a mettere le mollette sotto le ascelle nelle maglie e stendo i pantoloni mettendo le mollette alla cintura....
d'inverno uso lo stendino a piu piani e lo piazzo davanti alla stufa ma il metodo di "stenditura" è piu o meno sempre quello, unico accogimento appunto quello di piegare bene le cose "stirando" un po con le mani....poi impigno tutto nell'armadio e i vestiti si autostirano, l'unica cosa che ho dovuto stirare quest'estate sono stati i pantoloni di lino :evil: :evil:
le camicie invece non le compro piu! :twisted:
se l'ape scomparisse dalla terra
all'umanità resterebbero quattro anni di vita;
niente + api, niente + impollinazione
niente + piante, niente + animali
niente + umani [Einstein] Immagine
Avatar utente
suadina
 
Messaggi: 2776
Iscritto il: martedì 05 febbraio, 2008 17:52
Località: Lecco

Messaggioda Shanty » giovedì 17 dicembre, 2009 12:39

io per non stirare magliette e magline le metto a asciugare sulle grucce, si asciugano belline belline e soprattutto senza i segni delle mollette che io odio tantissimo... una volta asciutte le prendo e le metto a posto :)
Avatar utente
Shanty
 
Messaggi: 2313
Iscritto il: venerdì 07 marzo, 2008 00:23

Messaggioda viry » giovedì 17 dicembre, 2009 13:07

Gia', qualche giorno di permanenza nell'armadio stira qualsiasi cosa :P
Pure io alla fine stiro quasi solo le gonne di lino che uso d'estate...
People assume that time is a strict progression of cause to effect, but actually from a non-linear, non-subjective viewpoint, it's more like a big ball of wibbly-wobbly, timey-wimey stuff.
Avatar utente
viry
 
Messaggi: 556
Iscritto il: domenica 17 maggio, 2009 18:51
Località: Milano

Messaggioda suadina » giovedì 17 dicembre, 2009 16:15

viry ha scritto:Gia', qualche giorno di permanenza nell'armadio stira qualsiasi cosa :P

parole sagge ;)
se l'ape scomparisse dalla terra
all'umanità resterebbero quattro anni di vita;
niente + api, niente + impollinazione
niente + piante, niente + animali
niente + umani [Einstein] Immagine
Avatar utente
suadina
 
Messaggi: 2776
Iscritto il: martedì 05 febbraio, 2008 17:52
Località: Lecco

Prossimo

Torna a Oltre la cosmesi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti