di Barbara Righini
online dal 2005

Attentati a Parigi

Presentazione dei nuovi arrivati e chiacchiere in libertà. Non si vive di soli cosmetici ;)

Moderatori: Van3ssa, Serese, plesea, Tomatina, Letizia, Vera

Re: Attentati a Parigi

Messaggioda MoniPolentina » domenica 13 novembre, 2016 12:29

In merito a questo argomento ho riscontrato diverse opinioni anche fra i miei amici. Non c'è nemmeno da dire che ognuno ha la propria opinione e per fortuna non è la stessa per tutti. Io l'ho trovata una bella notizia perché hanno restituito a tutti un luogo simbolo per gli amanti di musica e spettacolo, hanno lanciato un messaggio di vita e soprattutto di "non ricattabilità". Tutto ciò non credo possa cozzare con il rispetto nei confronti di qualsiasi famiglia che ha perso una persona cara, anzi. Credo che la voglia di vivere, il bisogno dei ragazzi di riappropriarsi di un posto culturalmente importante sia una cosa bellissima e sana. Non saprei come altro dirlo e nelle mie parole non ci vuole essere nessuna retorica o banalità, ma purtroppo quei ragazzi alle proprie famiglie non li restituisce nessuno e questo fa tanta tanta tanta rabbia. Però della rabbia dopo un po' non te ne fai nulla, anzi. Puoi solo cercare di cullare e coccolare i bei ricordi, e credo che riaprire un posto dove i ragazzi morti andavano per divertirsi, ma non solo anche per cultura, sia l'unico modo che il mondo, e le persone che non li conosceva, ha per ricordarli senza essere pervasi dalla rabbia o dalla paura. Però ripeto ognuno vede e sente le cose in modo diverso, per fortuna. Volevo solo spiegare perché io l'ho trovata una bellissima notizia, ma anche una cosa che andava fatta! Poi nemmeno io non ho letto nulla su ciò che hanno scritto della giovane ragazza italiana morta, che quei ragazzi fossero "brave persone" ( che brutta espressione, scusate) o meno non conta, non dovevano morire punto.
MoniPolentina
 
Messaggi: 86
Iscritto il: giovedì 26 maggio, 2016 17:56

Re: Attentati a Parigi

Messaggioda hirzel » martedì 15 novembre, 2016 17:28

Non posso che condividere, riaprire il Bataclan andava fatto e penso anche che siano state scelte le modalità più consone per farlo, è stata una serata di musica, ma soprattutto di commemorazione.
Rispettabilissime tutte le opinioni personali ma una cosa la voglio aggiungere: il Bataclan è un teatro e si paga un biglietto per partecipare agli eventi, il profitto economico è implicito in tutto ciò, ma per questa particolare serata, da quello che ho saputo attraverso i principali media, è stato deciso che tutti i proventi andranno ai familiari delle vittime, che nessuno di noi potrà mai dimenticare...su questo certamente siamo tutti d'accordo.
...voglio trovare un senso a tante cose
anche se tante cose un senso non ce l'ha...
(vasco rossi)
Avatar utente
hirzel
 
Messaggi: 548
Iscritto il: sabato 06 dicembre, 2014 17:57
Località: lombardia

Precedente

Torna a OT

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite